Chi siamo

TEAM

Sillabaria – semi di libro è un progetto condiviso da diverse persone che giorno per giorno lavorano per dare forma e sostanza ai suoi obbiettivi.

Gabì2Gabì Beltrandi (Limone, 1950). Ex insegnante, referente del progetto Nati per leggere. Sin da quando era piccola amava farsi leggere o raccontare le storie. Poi, come mamma, ha potuto constatare effettivamente, quanto importante fosse raccontare o leggere una storia ai propri figli. Lettrice appassionata per proprio diletto  ha voluto approfondire, con corsi di formazione, la sua conoscenza del mondo dei libri per bambini e ragazzi per potere, con questo bagaglio avere una gamma pressoché infinita di storie da regalare a tutti. Leggere o raccontare a qualcuno è un dono inestimabile, di tempo ed emozioni ,che si fa e si riceve, insieme. Per questo ama così appassionatamente il suo lavoro. Tiene laboratori di lettura per bambini e ragazzi, corsi di formazione per insegnantì, educatori e genitori o “curiosi” che vogliono approfondire il mondo della letteratura infantile, impresta la propria voce per letture a voce alta, dedicate a bambini o adulti, ricerca le novità editoriali che escono ogni anno nel mondo  desiderando, nel suo piccolo, di riuscire a divulgare e condividere il piacere di leggere.

Fabrizia Bovio

Fabrizia Bovio (Cuneo, 1962). Parole e linguaggio sono un po’ il suo pane quotidiano. Da sempre in cerca di storie, anche se rare sono state le occasioni di sentirsele leggere o raccontare … Ogni giorno però c’era la radio accesa, in casa, così ben presto ha scoperto che si poteva ascoltare molto di più di un racconto e per molto più tempo e da allora la voglia di storie non è mai venuta meno. Ha studiato il linguaggio come logopedista, ne assapora il suono, la musicalità e il ritmo come ascoltatrice, ne approfondisce il senso e il significato come lettrice di libri per bambini e ragazzi che cerca di conoscere sempre di più e sempre meglio per trasmettere anche ad altri la sua passione ed interesse.

Barbara Ghezzi

Barbara Ghezzi (Varese, 1966). Le storie mi piace leggerle, raccontarle, a volte anche cantarle, magari in altre lingue. Mi è capitato anche di giocare con le lettere, con le parole, con le frasi, e così aiuto i ragazzi a esprimere i loro pensieri interiori e a metterli nero su bianco. Ho cominciato con i miei figli e ho continuato con centinaia di altri bambini, ragazzi e adulti senza fermarmi mai. Così mi diverto e intanto mi sono accorta che riempio il cuore di chi mi ascolta di cose belle. E allora: perché smettere? Anzi, mi sono preparata ancora meglio e ho preso al volo l’occasione del “Corso sulla Letteratura per bambini e per ragazzi” che si stava organizzando proprio nel paese in cui abito (Boves) e dopo 800 ore di lezione e laboratori con i più rinomati esperti,  nel 2005 sono diventata “Promotrice alla lettura”, con una predisposizione speciale per la fascia d’età 6 – 14 anni. Da allora non ho smesso mai di diffondere il piacere di leggere e di scrivere donando la mia voce e la mia attenzione all’altro. E poi si può sempre finire in bellezza: costruire con le proprie mani una girandola di carta colorata, una rana che salta, un libro pop-up; scrscrivere una storia fantastica, un articolo di giornale, una ricetta, una pagina di diario per… raccontare ancora.

Articoli Recenti

La classe non è acqua

20180318_164339_resizedGiovedì 19 aprile ore 17.30: Sillabaria e Adler incontrano i genitori dei ragazzi di 4a scuola primaria Einaudi di Fossano che hanno partecipato al progetto “La classe non è acqua“, promosso e patrocinato dall’Associazione Genitori Crescendo.

L’incontro conclude il percorso di letture e rielaborazioni sul tema delle Relazioni interpersonali, della gestione dei sentimenti della Rabbia e della Condivisione di tempi e
spazi.

Buone letture a tutti!

  1. Da donna a donna Rispondi
  2. Rispondi
  3. Raccontar storie per immagini Rispondi