Albert e Albero

albert-alberoOrso Albert, risvegliandosi dal lungo letargo, si reca subito al suo cantuccio preferito: “Ciao albero, mi sei mancato!” e acciambellandosi sopra uno dei suoi rami, pensa che il suo albero sia un posto proprio, accogliente, tranquillo e silenzioso; perfetto sotto ogni punto di vista. Ma allora cos'è questo suono? Chi è che piange? Possibile che sia…. l’albero? Eppure sembra il suo vecchio albero di sempre. L’albero di Albert sta piangendo!Ma se piange forse ha la malinconia, che fare per consolarlo? Albert, aiutato da altri amici del bosco, cerca in mille modi di rallegrarlo. Ma siccome il pianto si fa ogni attimo più forte e nemmeno gli abbracci più affettuosi sortiscono qualche effetto, Albert gli chiede sottovoce “Perché piangi?” e…sorpresa…. l’albero risponde in un soffio “Perché ho paura di quel grosso mostro peloso”. Un mostro peloso….? Ma chi sta parlando? E poi chi è il mostro? Adesso cari lettori non dite che avete già capito tutto. Vi conviene leggere come finisce questa storia deliziosa, se no, non saprete mai perché l’albero di Albert, adesso, è ancora più perfetto di prima.

Gabì

ALBERT E ALBERO
di Jenni Desmond
Lapis Edizioni
dai 3 anni

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...