La famiglia Sappington

famiglia sappingtonIl frontespizio ci avverte fin dall’inizio:”Romanzo malvagiamente scritto e ignominiosamente illustrato dall’autrice”. E subito noi apriamo incuriositi quella porta che ammicca dalla copertina di stile gotico e retrò “C’era una volta una famiglia che si chiamava Sappington: era una famiglia d’altri tempi, con quattro bambini”. Ma d’altri tempi è solo la somiglianza con la fiaba di Hansel e Gretel che il papà legge ai ragazzi una sera. e che insinua nella mente di quegli snaturati genitori l’ idea insana di abbandonare i loro figli e, ai ragazzi di conseguenza, di adoperarsi in ogni modo per diventare orfani. Vedremo genitori perfidi che non sopportano i figli e non si ricordano di loro, (tanto da avere due gemelli con lo stesso nome per cui vengono chiamati A e B), dove vengono dati e tolti punti da una demenziale tessera di comportamento ma soprattutto, una famiglia dove non importa niente di niente a nessuno.Ma dopo la partenza, (o è abbandono?) dei genitori, con l’arrivo di una tata fuori dagli schemi, il ritrovamento di un bebè abbandonato, una casa messa in vendita, ecc. ecc. ecc., la storia si avvia verso un finale felicemente strampalato, tranquillamente travolgente, in perfetto stile Sappington.

gabì

LA FAMIGLIA SAPPINGTON
di Lois Lowry
Il Castoro
dai 10 anni

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...